martedì 16 ottobre 2007

domenica mattina, una foto

Complice la mia scarsa applicazione ed i miseri mezzi tecnici a mia disposizione, sto imparando molto poco dal corso di foto. Le varie nozioni su diaframma, tempi di esposizione, uso del flash, obiettivi, post-trattamento digitale sono parcheggiati in qualche angolo polveroso. Il mio docente idealista però una cosa è riuscito a trasmettermela: l’abitudine ad osservare il mondo circostante con occhio più attento, pronto a cogliere potenziali soggetti in situazioni e scenari.
Domenica mattina, attraverso la vetrata di un bar alla moda del lungo fiume, una bambina in tuta rosa faceva colazione con il padre. Appoggiata ad una mensola che corre lungo la vetrata, lei in ginocchio sullo sgabello ed il suo latte macchiato erano inquadrati dalla cornice geometrica, lucida e ricca di riflessi, della vetrata. Come un quadro di Hopper, ma mattutino, dolce e solare.

Nessun commento: